lunedì 4 aprile 2011

Libri in cucina: La cucina a impatto [quasi] zero

I libri di cucina sono irresistibili per chi ama pasticciare.
Io ho la fortuna di averne molti, la maggior parte regalati. Così ho pensato di aprire una specie di rubrica. L'idea è di parlarvi ogni volta di uno dei mie libri. In questo modo spero di darvi delle buone dritte per un acquisto o per un regalo.

Ho deciso di iniziare da un libro particolare.


LA CUCINA A IMPATTO [QUASI] ZERO
Scarti, avanzi e gustose ricette

di Lisa Casali e Tommaso Fara

Ed. Gribaudo
Prezzo: 22 euro


Non è il classico libro di ricette, ma vuole essere soprattutto una guida per chi vuole mangiare in maniera più sana e responsabile. Nelle pagine introduttive gli autori spiegano in maniera chiara e semplice espressioni come: “prodotti a chilometro zero”, “agricoltura biologica e biodinamica”, “impronta ecologica”, espressioni che personalmente sento spesso pronunciare a sproposito.
Non sto parlando di un noioso manuale che parla di ecologia. Il bello di questo libro è che ci sono esempi pratici di quello che ognuno di noi può fare in cucina per inquinare meno e produrre meno scarti.

Dopo l'introduzione arriviamo alla parte sostanziosa del libro, quello che ne fa un libro di cucina a tutti gli effetti: le ricette.
Le ricette sono suddivise per stagioni, e ogni ricetta ha la particolarità di avere come ingrediente principale uno “scarto”, ovvero la parte di verdura e frutta che normalmente buttiamo via. Gli altri ingredienti delle ricette sono cose che abbiamo sempre in casa: latte, farina, uova, etc.
Alcuni esempi?
In primavera potreste gustare un flan fatto con i bacelli dei piselli, in estate una mostarda di anguria (realizzata con la parte bianca dell'anguria), in autunno vi propongo una carbonara di porri (fatta con la parte verde del porro), in inverno un biancomangiare all'arancia, realizzato ovviamente con la polpa e la scorza dell'arancia che avrete avanzato dopo aver bevuto una bella spremuta.
Poi ci sono ricette per tutte le stagioni come per esempio l'Ecoragù, i passatelli di carote o le scorze di grana grigliate.

Devo essere sincera: non ho ancora provato nessuna di queste ricette. A mia discolpa posso dire che avendo due conigli a casa la maggior parte degli scarti di frutta e verdura finiscono a loro. Però mi impegno a provare alcune di queste ricette e di proporvele qui nel blog.

Alla fine del libro trovano spazio le letture consigliate: un elenco di libri e indirizzi web per chi volesse approfondire l'argomento.
La stessa autrice è una food blogger, questo è l'indirizzo del suo blog che ho scoperto anch'io solo oggi scrivendo questo articolo: http://cucinaeco.wordpress.com/
Vi rimando quindi al suo sito anche per acquistare questo bellissimo libro.

2 commenti:

Lisa Casali ha detto...

Ciao Laura,
grazie davvero della bellissima recensione. Spero che le mie ricette ti siano di ispirazione per piatti ancora più belli. Quelle che trovi nel libro sono volutamente semplici proprio perchè ognuno possa interpretarle secondo il proprio gusto e visto che tu sei davvero brava sono certa ne usciranno dei piatti buonissimi.

Grazie anche della pubblicità al mio blog: ECOCUCINA

A presto

Lisa

Lisa Casali
www.ecocucina.org

Laura ha detto...

Sono solo stata sincera, il tuo libro mi piace proprio e credo molto nel messaggio che vuoi dare. Ciao